Purtroppo, attualmente ci sono problemi tecnici con le nostre registrazioni. Stiamo già lavorando a una soluzione.

Purtroppo, attualmente ci sono problemi tecnici con le nostre registrazioni. Stiamo già lavorando a una soluzione.

Purtroppo, attualmente ci sono problemi tecnici con le nostre registrazioni. Stiamo già lavorando a una soluzione.

L'IMPEGNO DEL MACCABI VERSO LE VITTIME DELL'ATTACCO OLIMPICO

MAKKABI Germania Notizie

L'IMPEGNO DEL MACCABI VERSO LE VITTIME DELL'ATTACCO OLIMPICO

Oggi ricorre l'anniversario del terribile attacco olimpico in cui sono stati assassinati undici atleti della squadra olimpica israeliana e un agente di polizia di Monaco. A quel tempo, lo stato ha commesso grossi errori: le autorità non sono riuscite a creare un concetto di sicurezza per i "giochi allegri". Il tentativo di salvataggio degli ostaggi si è concluso in un disastro e dopo l'attacco è emerso che le offerte di aiuto israeliane erano state rifiutate. Anni di lotta per il riconoscimento e per fare i conti con gli eventi seguiti per le famiglie delle vittime.

L'attentato del 5 settembre 1972 lasciò ferite profonde. È solo un esempio della minaccia posta alla vita ebraica dall'antisemitismo.

A 50 anni dagli eventi, gli errori commessi in quel momento devono essere riconosciuti e assunta la responsabilità.

Commemoriamo le vittime:

Davide Berger
Zeev Friedmann
Giuseppe Gutfreund
Eliezer Halfin
Giuseppe Romano
Amitzur Shapira
Kohat Shorr
Marco Slavin
André Spitzer
Jakov Springer
Vigneto di Mosè


Foto: Nel luglio di quest'anno, il Presidium di MAKKABI Germania ha accettato l'invito di Shaul Ladany a casa sua. Il sopravvissuto all'Olocausto ha preso parte ai Giochi Olimpici del 1972 ed è sopravvissuto all'attacco antisemita alla squadra israeliana da parte del gruppo terroristico palestinese Settembre Nero.

Foto: Rafael Herlich

Ti è piaciuto questo post?
Allora condividilo con i tuoi amici!

Facebook
E-mail
WhatsApp
Telegramma
de German
X